Skincare routine: Cos’è, a cosa serve e perché farla

La skincare è un’alleata indispensabile per mantenere la pelle sana e luminosa. 
Sapere come farla correttamente serve a tutti i modelli e modelle per arrivare agli shooting con il viso curato e per semplificare il lavoro di make-up e post produzione.  

La skincare è un’alleata indispensabile per mantenere la pelle sana e luminosa. Sapere come farla correttamente serve a tutti i modelli e modelle per arrivare agli shooting con il viso curato e per semplificare il lavoro di make-up e post produzione.  

Che cos’è la skincare

La skincare è un termine inglese utilizzato per descrivere la pratica quotidiana di pulizia e successiva idratazione della pelle. 
Può essere tradotta con cura della pelle, ma non in senso medico.  
In questo caso infatti lo scopo non è curare la pelle per risolvere una patologia, ma semplicemente per mantenerla nelle sue condizioni ottimali. 

Cosa comprende e quando va fatta

La skincare è un’alleata indispensabile per mantenere la pelle sana e luminosa. Sapere come farla correttamente serve a tutti i modelli e modelle per arrivare agli shooting con il viso curato e per semplificare il lavoro di make-up e post produzione.  
La skincare è un’alleata indispensabile per mantenere la pelle sana e luminosa. Sapere come farla correttamente serve a tutti i modelli e modelle per arrivare agli shooting con il viso curato e per semplificare il lavoro di make-up e post produzione.  

La skincare è un protocollo che pulisce e restituisce alla pelle ciò che le manca. 
Per questo si utilizzano di base tre prodotti: 

  • un detergente, che pulisce la pelle da tutto ciò che incontrato nel corso della giornata: polvere, smog e trucco. 
    Un buon detergente non deve essere aggressivo o contenere troppi ingredienti che sgrassano eccessivamente la pelle (di fatto seccandola)
    Ti consiglio di non pulire il tuo viso con prodotti che contengono ingredienti della famiglia dei SLES (Sodium Laureth Sulfate o Sodium Lauryl Sulfate: li trovi dietro nella lista ingredienti): puliscono molto bene, ma possono risultare poco delicati. 
    Anche la formula è importante: privilegia un buon latte detergente piuttosto che un’acqua micellare, in quanto è ben bilanciato tra sostanze grasse e acquose, che servono entrambe alla pelle. 
  • un tonico, che a seconda degli obiettivi svolge varie funzioni: se applicato su un dischetto di cotone amplifica l’azione del detergente, pulendo a fondo i pori; se vaporizzato sul viso invece potenzia ulteriormente la skincare e riequilibra il pH.
    E’ meglio che tu lo scelga in base al tuo tipo di pelle e a quello che vuoi ottenere.
  • una crema che ripristini il mantello idro acido lipidico della tua cute. 
    Infatti la cute ha già una sorta di sua crema naturale, che è appunto questo film lipidico: l’unico problema è che lavaggi aggressivi, agenti esterni o prodotti sbagliati possono alterarlo. 
    La crema quindi va a ripristinarlo, dando la giusta idratazione per avere un aspetto fresco e in salute

Questo protocollo di base va fatto mattina e sera, e ruba nemmeno cinque minuti. 

Ci sono altri prodotti utili per perfezionare la skincare: il siero, che va applicato prima della crema viso e aiuta a far penetrare più in profondità i principi attivi della crema, la maschera che va applicata almeno una volta la settimana e ha un’azione urto, e infine lo scrub, da utilizzare una volta/due al mese e che aiuta ad eliminare le cellule morte. 

A chi è rivolta 

La skincare serve a tutti, uomini e donne, di tutte le età. 
Col tempo le esigenze cambieranno, ma la salute della pelle passa sempre da un solo gesto: la pulizia da tutto ciò che potrebbe occludere i pori e la restituzione delle sostanze che perde.

Perché serve costruirsi una buona skincare 

Oltre a mantenere la pelle nelle condizioni più ottimali possibili, una buona skincare serve per moltissime altre cose: 

  • ridurre la comparsa dei punti neri, brufoli ed impurità: soprattutto i punti neri sono un mix tra residui di trucco, sebo ossidato e acidi grassi. Per brufoli ed impurità, avere un buon protocollo che, quando compaiono, li fa scomparire in fretta e non peggiori le cose è un ottimo risultato;
  • apportare un buon livello di idratazione e nutrimento, riducendo la comparsa di segni dovuti alla disidratazione e rughe profonde. Questo non significa che non compariranno mai, ma che quando accadrà saranno meno profonde;
  • avere una pelle più luminosa e levigata: esfoliare e quindi eliminare cellule morte aiuta ad avere una pelle meno spenta;
  • semplificare e migliorare l’applicazione del make-up: una pelle con meno imperfezioni, lucidità o secchezza risponderà meglio all’applicazione del fondotinta, che non segnerà e non si fisserà nelle pieghe. 
La skincare è un’alleata indispensabile per mantenere la pelle sana e luminosa. Sapere come farla correttamente serve a tutti i modelli e modelle per arrivare agli shooting con il viso curato e per semplificare il lavoro di make-up e post produzione.  

La skincare è uguale per tutti 

Lo è quando parliamo di protocollo: tutti avranno beneficio se useranno il protocollo completo. 

Sono diversi solo gli obiettivi e di conseguenza il tipo di detergente, di tonico o di crema che andrai a scegliere: 

  • se hai una pelle secca il tuo obiettivo primario è idratare e quindi sceglierai sostanze idratanti come l’acido ialuronico, il re dell’idratazione;
  • se hai una pelle grassa il tuo obiettivo sarà sempre quello di idratare ma soprattutto quello di opacizzare e quindi sceglierai sostanze astringenti e purificanti come l’argilla, la propoli, i prodotti a base di acidi della frutta (come l’acido citrico); 
  • se invece hai una pelle sensibile vorrai lenire e non irritarla ulteriormente, quindi ti serviranno sostanze come la camomilla, la malva, l’azulene e l’aloe. 

Fonti bibliografiche: 

”Tecnica professionale per le scuole di estetica” – Donatella Adami (Editrice Piccolo)
“Il trucco c’è e si vede – inganni e bugie sui cosmetici” – Beatrice Mautino (Editore Chiarelettere) “10 Regole per una corretta detersione del viso” – dottoressa Maria Pia Priore

Default image
Martina Vencato
Makeup Artist ed Estetista diplomata specializzata nella cura e preparazione della pelle. Oltre al makeup correttivo e sposa, si occupa del trucco per shooting, ADV e sfilate. E’ formatrice presso gli istituti professionali di estetica e tiene workshop rivolti ai professionisti del mondo della fotografia e della moda, in particolare a modelle e influencer.